Parole di Vita

Associazione Biblica Culturale

Get Adobe Flash player

Visitatori

20-05-2019---07:40:48
Online 1
User online 0
Guest online 1
Oggi 25
Ieri 28
Questa settima 53
L'ultima settimana 431
Questo Mese 904
Ultimo mese 1200
Totale 94962
User Rating:  / 0

Chiesa Evangelica Internazionale                       “ La Parola della Salvezza”                                      past. Crocitto

(Progetto Alfa)

Programma basilare per lo sviluppo e crescita del neo credente 

 

Iniziando dalle dottrine elementari quali il Battesimo in acqua e Battesimo nello Spirito Santo, giungeremo ad argomenti che trattano gli eventi degli ultimi tempi – il ritorno di Gesù, attraverso l’ausilio del libro di Apocalisse.

 Perciò, lasciando l'insegnamento elementare su Cristo, tendiamo alla perfezione, senza porre di nuovo il fondamento del ravvedimento dalle opere morte e della fede in Dio,  della dottrina dei battesimi, dell'imposizione delle mani, della risurrezione dei morti e del giudizio eterno;  e ciò faremo, se Dio lo permette.”           (Ebrei 6:1-3)

 Battesimo in acqua

La parola battesimo deriva dal greco “baptismo” e significa letteralmente immergere. Gesù ci ha lasciato comandamenti  quali “amatevi gli uni gli altri - perdona i tuoi nemici - perdona 70 volte 7 il tuo fratello - non giudicare - non desiderare una donna neanche col pensiero - oltre a tanti insegnamenti e dei riti da svolgere quali la Santa cena e il Battesimo in acqua.

        “Andate per tutto il mondo insegnando tutte le cose che vi comandato, battezzandoli nel nome del Padre del Figlio e dello Spirito Santo.”  (Matt. 28:20)

Quindi  Battesimo in acqua non  è un opzional, ma un preciso comando del Signore, io non posso arbitrariamente decidere di farlo o di non farlo. Se voglio veramente seguire il Signore devo fare la Sua volontà.

1) Ora  chi potrebbe chiedere di essere battezzato? È evidente che deve essere una persona capace di esprimere un preciso atto di volontà, quindi adulto, cosciente e responsabile delle sue azioni. “ Chi avrà creduto, sarà stato battezzato,  sarà salvato.” (Marco 16: 16) Non può sicuramente un bambino neonato credere in qualcuno e mostrarlo agli altri.

2) Tutti possono essere battezzati? No! Deve essere una persona che ha accettato di seguire Gesù Cristo e si è ravveduto, pentito dei suoi peccati  e convertito dalla sua vecchia vita. (Atti 2:38)

3) In che modo devo farlo?  In immersione con molta acqua (vedi l’eunuco Etiope). Non da soli, ma con la benedizione del pastore della chiesa di appartenenza.

“Or un angelo del Signore parlò a Filippo, dicendo: «Alzati e va' verso il mezzogiorno, sulla strada che da Gerusalemme scende a Gaza; essa è deserta». Egli si alzò e si mise in cammino; ed ecco un uomo Etiope, eunuco, un alto funzionario di Candace, regina degli Etiopi, sovrintendente di tutti i suoi tesori, che era venuto a Gerusalemme per adorare.  Or egli se ne stava ritornando e, seduto sul suo carro, leggeva il profeta Isaia.  E lo Spirito disse a Filippo: «Accostati e raggiungi quel carro!».  Filippo gli corse vicino e, sentendo che leggeva il profeta Isaia, gli disse: «Comprendi ciò che leggi?».  Quegli disse: «E come potrei, se nessuno mi fa da guida?». Poi pregò Filippo di salire e di sedersi accanto a lui.  Or il passo della Scrittura che egli leggeva era questo: «Egli è stato condotto al macello come una pecora; e come un agnello è muto davanti a chi lo tosa, così egli non ha aperto la sua bocca.  Nella sua umiliazione gli fu negata ogni giustizia; ma chi potrà descrivere la sua generazione? Poiché la sua vita è stata tolta dalla terra».  E l'eunuco, rivolto a Filippo, disse: «Ti prego, di chi dice questo il profeta? Lo dice di se stesso o di un altro?».  Allora Filippo prese la parola e, cominciando da questa Scrittura, gli annunziò Gesù.  E, mentre proseguivano il loro cammino, giunsero ad un luogo con dell'acqua. E l'eunuco disse: «Ecco dell'acqua, cosa mi impedisce di essere battezzato?».  E Filippo disse: «Se tu credi con tutto il cuore, lo puoi». Ed egli rispose, dicendo: «Io credo che Gesù Cristo è il Figlio di Dio».  Allora comandò al carro di fermarsi; ed ambedue, Filippo e l'eunuco, discesero nell'acqua, ed egli lo battezzò.”   (Atti 8:26-38)

4) Perché lo devo fare? Perchè in pubblico? Il rito del battesimo in acqua  è un comandamento da parte del Signore, come abbiamo visto sopra, ed anche Gesù stesso ci ha dato l’esempio. Inoltre esso rappresenta una dichiarazione a DIO ove affermiamo: “Io voglio seguirtTi e servirTi, do la mia vita a Te Signore”; agli uomini: “servirò e seguirò il Signore per il resto della mia vita”; infine agli spiriti delle tenebre: “Io non appartengo più a voi, Gesù mi ha riscattato dai miei peccati e purificato”.

5) Riceviamo una nuova identità in Cristo, divenendo cittadini del regno di DIO, e figli di DIO. 

“ma a tutti quelli che l'hanno ricevuto egli ha dato il diritto di diventar figli di Dio: a quelli, cioè, che credono nel suo nome;” (Giov. 1:12)   Se siamo figli, siamo anche eredi; eredi di Dio e coeredi di Cristo, se veramente soffriamo con lui, per essere anche glorificati con lui”.    (Rom.8:17)

 

Battesimo nello Spirito Santo 

Leggiamo:                                            Luca 11:13   “… donerà lo Spirito Santo a coloro che glielo chiederanno.”

 1.      Cos’è o chi è lo Spirito Santo?

Lo Spirito Santo è il  dono di Dio per eccellenza, Egli viene ad abitare in colui che ne è degno, “è la Sua presenza in noi”

L’uomo è composto da corpo, anima e spirito. Il corpo e l’anima danno gli impulsi ma è lo spirito che decide. La volontà risiede nello spirito, ma  se lo spirito di un uomo è legato da un vizio o peccato,  il corpo e l’anima avranno l’autorità su quella persona, quindi la volontà di quella persona sarà dominata dal corpo e dalla anima. 

Quando un essere umano nasce queste tre componenti sono presenti, ma non si distinguono bene (a volte anche da adulti si confondono). Il corpo di un bambino  cresce, l’anima è senza macchie, lo spirito è presente, ma povero non ancora arricchito o impoverito da niente. Quando poi il bambino diventa uomo e il suo corpo è cresciuto, la sua anima si è macchiata il suo spirito è legato o morto. La sua vita è guidata dai suoi sensi (corpo) e dai suoi sentimenti (anima) non ha pace perché lo spirito suo, dal carcere della sua vita, si fa sentire con acuti lamenti. Se lo spirito dell’uomo è morto non può riuscire a governare la sua persona, perchè necessita di una nuova nascita e  di uno Spirito guida, cioè lo Spirito Santo.

2.      Che significa battesimo nello Spirito Santo?

La parola battesimo ha come significato - immersione – l’abbiamo già studiato con il battesimo in acqua, ma in acqua è facile comprenderne il significato, mentre per lo Spirito è necessario considerare la funzione del "battesimo nello Spirito Santo" in relazione ai suoi doni. Difatti sappiamo che nel ricevere i doni dello Spirito noi abbiamo la conferma dell'avvenuto battesimo, ma se i doni non li riceviamo o tardano a manifestarsi, lo Spirito Santo non è in noi, non opera attraverso noi? Assolutamente no! Lo Spirito che mi ha convinto di peccato nel passato  e oggi mi guida verso la vita eterna attraverso l'opera salvifica di Gesù, è già nel mio cuore, io lo fatto entrare nel momento in cui ho accettato Gesù.

Ora quando avrò compreso il valore e l'utilità dei doni spirituali, li chiederò con la stessa fede che mi ha portato al Signore Gesù ed Dio me li darà perché è un Padre buono ed ha piacere nel donare i doni dello Spirito ai suoi figli.   " Se voi dunque, che siete malvagi, sapete dare buoni doni ai vostri figli, quanto più il vostro Padre celeste donerà lo Spirito Santo a coloro che glielo chiedono".  (Luca 11:13)    Lo Spirito Santo è una persona, i doni sono dei mezzi attraverso i quali potrò raggiungere la perfezione, ma quando la perfezione arriverà i doni cesseranno come dice la Parola di Dio:  " L'amore non viene mai meno; ma le profezie saranno abolite, le lingue cesseranno e la conoscenza sarà abolita, perché conosciamo in parte e profetizziamo in parte.  Ma quando sarà venuta la perfezione, allora quello che è solo parziale sarà abolito.   (1 Corinzi 13:8-10)

Non dobbiamo confondere la presenza di Dio in con i doni dello Spirito che ci aiuteranno a crescere e lottare contro il nemico delle nostre anime.

L’ordine biblico è dopo aver ubbidito e ricevuto il perdono dei nostri peccati con il battesimo  nell’acqua, si chiede credendo per fede, il battesimo nello Spirito Santo per essere equipaggiati come credenti per un buon cammino cristiano vittorioso.

A questo punto diverse domande ci possono attraversare la mente:

- A cosa serve questo battesimo se ci siamo già battezzati in acqua?  (Per fortificarci ed edificare la chiesa

- È un atto di ubbidienza? (No! E' un dono di Dio)

- Chi potrebbe riceverlo? (Tutti coloro che accettano Gesù come personale salvatore - Giov. 14:15/17)  

- Come si riceve? (Richiedendolo a  Dio per mezzo della fede -  Luca 11:13)


3.      Quali  sono i doni dello Spirito Santo?

La Sua presenza porta con se un cofanetto di gioielli e altre cose preziose che Egli ci dona perché ci vuole bene e realizzare i Suoi piani con noi. In questo cofanetto ci sono 9 gioielli e 9 semi preziosissimi che nessuno può avere o vendere, li ha solo il Signore e li ha donati a noi.

I 9 gioielli sono i doni dello Spirito Santo e sono:

  1. parlare in lingue;
  2. interpretazione delle lingue;
  3. profezia;
  4. parola di conoscenza;
  5. parola di sapienza;
  6. discernimento degli spiriti;
  7. guarigione;
  8. potenti operazioni;
  9. fede.                                                                

 

  Ora, fratelli, non voglio che siate nell'ignoranza riguardo ai doni spirituali.Voi sapete che quando eravate gentili, eravate trascinati dietro gli idoli muti, dietro l'impulso del momento. Perciò vi faccio sapere che nessuno, parlando per lo Spirito di Dio, dice: «Gesù è anatema»; e che altresì nessuno può dire: «Gesù è il Signore», se non per lo Spirito Santo. Or vi sono diversità di doni, ma non vi è che un medesimo Spirito. Vi sono anche diversità di ministeri, ma non vi è che un medesimo Signore. Vi sono parimenti diversità di operazioni, ma non vi è che un medesimo Dio, il quale opera tutte le cose in tutti. Or a ciascuno è data la manifestazione dello Spirito per l'utilità comune. A uno infatti è data, per mezzo dello Spirito, parola di sapienza; a un altro, secondo il medesimo Spirito, parola di conoscenza; a un altro fede, dal medesimo Spirito; a un altro doni di guarigioni, per mezzo del medesimo Spirito; a un altro potere di compiere potenti operazioni; a un altro profezia; a un altro discernimento degli spiriti; a un altro diversità di lingue; a un altro l'interpretazione delle lingue. Or tutte queste cose le opera quell'unico e medesimo Spirito, che distribuisce i suoi doni a ciascuno in particolare come vuole.        (1 Cor. 12:1-11)

 4.      Che cosa sono i frutti dello Spirito Santo?

Mentre i 9 semi sono i frutti del medesimo Spirito e sono:

  1. amore;
  2. gioia;
  3. pace;
  4. pazienza;
  5. gentilezza;
  6. bontà;
  7. fede;
  8. mansuetudine;
  9. autocontrollo.                                                                (Gal. 5:22-26)

><><>< 

Versetti da imparare a memoria


Marco 16:15-16

  Poi disse loro: «Andate per tutto il mondo e predicate l'evangelo a ogni creatura;  chi ha creduto ed è stato battezzato, sarà salvato;

 

><><>< 

Luca 11:13

Se voi dunque, che siete malvagi, sapete dare buoni doni ai vostri figli, quanto più il vostro Padre celeste donerà lo Spirito Santo a coloro che glielo chiedono».

          

Associazione Biblica Culturale "Parole di Vita" - Via Tenente de Venuto, 6 - 70054 Giovinazzo (BA)